Cos’è.

TORINO SOCIAL FACTORY

Supporto a progetti di innovazione sociale promossi dal terzo settore capaci di includere la società civile e di innescare processi di rigenerazione urbana in aree periferiche ad elevata criticità socio-economica.

Torino Social Factory sostiene lo sviluppo di idee di imprenditorialità sociale attraverso un percorso di accompagnamento per sviluppare la fattibilità tecnica ed economico-finanziaria di idee progettuali – realizzato da Make a Cube³ per la Città di Torino – e un sostegno finanziario per trasformare le idee innovative in servizi, prodotti e soluzioni capaci di creare valore economico per il territorio e la comunità, generare impatti positivi in tema di lotta alle nuove povertà, alla vulnerabilità sociale e alla disoccupazione e favorire l’integrazione culturale e la coesione sociale.

I progetti saranno realizzati su aree urbane ad elevata criticità socio-economica della Città di Torino, individuate come “aree bersaglio” a partire dai dati censuari disponibili, omogenei ed a scala nazionale, relativi a tre importanti dimensioni della città: il livello di occupazione lavorativa; il tasso di scolarità; il degrado edilizio abitativo.

Si tratta della prima misura a sostegno dell’innovazione sociale che parte a livello nazionale nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020, con finanziamenti a fondo perduto per 1,4 milioni di euro.

Il progetto è realizzato nell’ambito della Misura 3.3.1 C del PON Metro Torino.

ACCOMPAGNAMENTO E TUTORAGGIO

Il percorso di accompagnamento (marzo/maggio 2018) è stato finalizzato a sviluppare la fattibilità tecnica ed economico-finanziaria dei progetti, e nel supportare i team nella successiva fase di candidatura al contributo a fondo perduto. L’accompagnamento proseguirà in fase di start-up per i progetti ammessi a contributo, mentre i non ammessi riceveranno un supporto nella ricerca fondi per l’attivazione del progetto.

 

SOSTEGNO FINANZIARIO

Nel mese di settembre 2018 è stata pubblicata la graduatoria definitiva dei soggetti ammessi al sostegno finanziario, che riceveranno contributi a fondo perduto compresi tra 50.000 e 140.000 euro concessi sulla base di una procedura valutativa a graduatoria. Il beneficiario dovrà garantire un cofinanziamento minimo del 20% dell’investimento complessivo. I progetti saranno attivati e  implementati negli anni 2019 e 2020.

Un progetto di

Progetto cofinanziato dall’Unione Europea – Fondi Strutturali di Investimento Europei – Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020